La proiezione metamerica del dolore: cos'è e perchè può ingannare anche gli specialisti

proiezione-metamerica-dolore-fill-1080x405 Proiezione metamerica del dolore ed esempi di tipi di dolore articolare

Proiezione metamerica del dolore: significa che il dolore parte da un punto (schiena), ma si propaga a distanza in altri punti (arto).

Molti disturbi dolorosi acuti a partenza dalla schiena hanno proiezioni metameriche del dolore che facilmente traggono in inganno non solo il mmg (medico di medicina generale), ma anche gli specialisti...

Ecco alcuni esempi pratici "telegrafici" di tipi di dolore articolare  che impone una diagnosi differenziale, una valutazione attenta per escludere patologie “pericolose per la vita del paziente”. Elenco una serie di dolori acuti articolari che possono mimare, possono cioè essere scambiati per dolori acuti a partenza da organi che alloggiano in quel punto doloroso, ma che col “Metodo Casali” possono essere risolti per sempre in 4 step:

  1. dolore acuto ipocondrio destro (sede fianco) a possibile partenza dorsale alta dà il via ad accertamenti ecografici per sospetta colica renale dx o per colica biliare, perché rene e cistifellea si trovano e possono causare dolore al fianco destro.
  2. dolore acuto ipocondrio sinistra (fianco)  a possibile partenza  dorsale alta dà il via ad eco per sospetta colica renale sinistra perche il rene sinistro si trova e può causare dolore al fianco sinistro.
  3. dolore acuto spalla-emitorace sinistro a possibile partenza cervicale bassa dà il via ad accertamenti cardiologici, perché l’infarto spesso causa dolore alla spalla e in sede mammaria sinistra.
  4. cefalea intensa a possibile partenza muscolotensiva o per problemi ATM ( articolazione della masticazione) dà il via ad accertamenti neurologici con Risonanza perché aneurismi cerebrali possono causare dolore intenso alla testa.
  5. dolore acuto zona testicoli-pelvica (maschi) a possibile partenza zona passaggio DorsoLombare dà il via ad ecografia dei testicoli e accertamenti urologici, a volte colonscopia perché i testicoli e intestino si trovano in quella sede.
  6. dolore acuto sede pube-ovaie (femmina) a possibile partenza passaggio Dorso-Lombare dà il via ad accertamenti ginecologici, a volte colonscopia perché utero, ovaie ed intestino sono in quella sede.
  7. dolore acuto sede spalla a possibile partenza cervicale dà il via ad ecografie spalla che, se evidenziano tendiniti o tendinosi (sempre presenti in adulti LAVORATORI),  danno il via a consulti con Risonanze e chirurgia (della spalla).
  8. dolore acuto sede trocanterica (sede laterale alta anca) a possibile partenza lombare alta dà il via ad eco sede trocanterica, infiltrazioni, terapie fisiche.
  9. dolore  acuto con blocco cervicale e dolore con riduzione della forza al braccio dà il via a consulti, Risonanze, EMG (elettromiografia per studio nervi del braccio), Ozono...chirurgia cervicale.
  10. dolore acuto con blocco lombare e  con riduzione della forza alla gamba dà il via a consulti Risonanze, EMG( studio dei nervi della gamba), Ozono....chirurgia lombare.
  11. dolore acuto ginocchio, piede: senza traumi sono sicuramente problemi funzionali posturali, sovraccarichi, quindi   l' imaging ( TAC e Risonanza, ecografia) locale non dicono niente o poco (note di artrosi).

N.B. Una semplice Radiografia esclude molte patologie importanti (Mieloma: raro,ma dà spesso dolore acuto da crollo osseo!), inoltre, se evidenzia "modeste note artrosiche", significa che la postura patologica sta distruggendo l’articolazione indisturbata.

 

Conclusioni

Come potete capire le problematiche dolorose legate alla schiena e quindi a genesi spesso posturale impegnano molto, ogni giorno, i mmg (medici di famiglia) e non solo, infatti i consulti al Pronto Soccorso o presso gli Specialisti spesso finiscono con la richiesta di nuovi accertamenti e la prescrizione di farmaci sintomatici, proprio a dimostrazione della complessità diagnostica di questi quadri clinici

Più attenzione posturale-riabilitativa sveltirebbe di molto il lavoro del Pronto Soccorso e pure l'attività giornaliera del mmg e resterebbe più tempo da dedicare alle patologie acute e croniche "impegnative" .

 

Ho tentato in questi anni di portare ai corsi di formazione per mmg e agli incontri del "Forum Bresciano Maldischiena" proprio questa mentalità diagnostica semplice ed intuitiva, ma ho sempre trovato resistenze da parte di coloro che, a parole predicano più attenzione clinica riabilitativa, ma che poi fanno esattamente il contrario.