il "Metodo Casali"

metodocasali

Perché 4 step nel Metodo Casali?

Molti mi chiedono cos'è e il perchè della definizione "MetodoCasali". Beh, sono stati i pazienti che ho trattato in questi anni a chiamarlo così, non io!

Io ho realizzato i 4 step, ovvero ho codificato un percorso riabilitativo utile nel dolore articolare cronico, ribadisco cronico, perché nel dolore acuto, quello dopo un trauma o un intervento tutto ciò che trovate in giro per i dolori va bene.

 

Perché nel dolore articolare cronico servono 4 step?

Perché il dolore cronico ad una o più stazioni che sostengono il nostro corpo, dal piede su, su verso ginocchio, anca e schiena, è un forte messaggio che queste articolazioni mandano perché stanno degenerando, stanno distruggendosi (i medici la chiamano artrosi).Togliere il dolore cronico è utile, ma non basta a frenare la distruzione delle articolazioni.

 

Ma quale è la causa della distruzione di queste articolazioni che sostengono il corpo?

La causa è legata al lavoro che queste articolazioni svolgono in modo sbagliato, sbilanciato, limitato perché la postura non è corretta, non è fisiologica.

Molto di ciò che il mercato propone serve a poco, non frena la degenerazione, non guarisce l’artrosi e porta alla chirurgia, alla protesi, alla stabilizzazione vertebrale!

 

Serve un progetto riabilitativo corretto, completo, serio: un progetto riabilitativo in 4 step

Ovvero la visita posturale con Spinometria per vedere come e quanto le curve della schiena  sono degenerate e stabilire in quale postura patologica il paziente si trova, serve poi l’intervento del fisioterapista che con la ginnastica rinforza, stabilizza la curva che cede, che degenera perché troppo accentuata ( soggetti elastici con curve troppo ampie e seduti su sé stessi), serve anche l’intervento del manipolatore-osteopata che sblocca la curva troppo rigida, la schiena dritta come un palo, bloccata e servono anche  poi gli interventi dal basso con tutori ergonomici per modificare l’impatto fra piede-terreno e fa degenerare la schiena dal basso e per finire il controllo-disaccoppiamento della masticazione  che fa degenerare collo e schiena dall’alto.

Per evitare la chirurgia, perché è dimostrato che ad un primo intervento ne segue sempre un altro e poi un altro ancora, e per vivere a qualsiasi età senza dolore cronico controlla la postura e con 4 step e un po’ di impegno personale (Rieducazione) esci dal problema”