Mesoterapia

Per combattere il dolore articolare anche con piccole dosi di farmaci

La Mesoterapia è un metodo di terapia iniettiva farmacologica, intradermica distrettuale.

Consiste nella somministrazione di piccolissime quantità di farmaco nell’'area del processo patologico.

La distribuzione del farmaco si effettua con una serie di micro-iniezioni nel distretto cutaneo corrispondente.

Vengono usate piccole dosi di un normale farmaco antinfiammatorio (fans) insieme al cortisone pronto (innocuo per lo stomaco e utilizzabile anche nei diabetici), miscelati con un anestetico locale che rallenta l'assorbimento cutaneo permettendo al farmaco di rimanere nella sede trattata il più a lungo possibile, per dare il tempo a questo cocktail farmacologico di agire e combattere l'infiammazione e il dolore locale.

Le micro-iniezioni sono numerose perché si sfrutta anche un altro effetto terapeutico, l'effetto delle punture: cioè si punge la zona come succede con l'agopuntura, con vantaggi antalgici, antidolorifici notevoli .

La mesoterapia cura il dolore di un'articolazione, è utile, ma non sostituisce il Metodo Casali.

In certi casi rappresenta un valido aiuto, un completamento antalgico distrettuale, un alleato per vincere un dolore articolare ribelle, sempre inserita nelle tappe del metodo casali.

Specifico qui che non sono contrario all'uso di farmaci nella lotta al dolore, ma sempre dopo aver fatto una diagnosi attenta, solo dopo aver capito la natura del dolore. Se il dolore nasce da problemi posturali (catena di eventi dolorosi  ripetuti nel tempo che coinvolgono schiena e arti) se il dolore cronico è causato da una cascata di eventi meccanici (sovraccarichi su alcune articolazioni) conseguenti al sovvertimento dello schema posturale, quindi non è un problema di una singola articolazione, ma è complesso, interessa più strutture articolari, allora va affrontato necessariamente su più fronti come è spiegato nel Metodo Casali.

Image
Image